Parcelle - modalità di trasmissione -Moduli opinamento

Il Consiglio in considerazione della situazione di emergenza COVID-19, ha deliberato di apportare le seguenti modifiche alle vigenti regole per l’opinamento delle parcelle:

  • viene consentito il deposito delle istanze a mezzo PEC con le INDICAZIONI OPERATIVE di seguito riportate:
  1. invio a mezzo PEC dell’istanza, firmata digitalmente o scansionata con la propria firma in bollo da 1, con l’indicazione delle attività professionali svolte e il richiamo agli atti e documenti allegati all’istanza in separato file ZIP;
  2. contestuale invio di un separato file, denominato “prospetto di cortesia”, in formato word, contenente l’indicazione del valore della controversia e dei parametri ritenuti applicabili;
  3. all’esito della eventuale interlocuzione diretta tra i membri della commissione opinamenti, al fine di verificare la correttezza del prospetto di cortesia, il Consiglio provvederà alla relativa liquidazione;
  4. la segreteria comunicherà a mezzo PEC l’importo della tassa parere e dei bolli necessari, con il riferimento degli estremi della relativa delibera;
  5. la predetta somma dovrà pagarsi esclusivamente a mezzo bonifico bancario sul conto corrente IBAN . IT42 R056 9611 3000 0000 1393 X66 BANCA POPOLARE DI SONDRIO, con la CAUSALE “opinamento di cui alla delibera in data____”;
  6. all’esito dell’accredito della somma corrispondente alla tassa parere la segreteria provvederà ad apporre ed ad annullare i bolli sull’originale dell’istanza, così come ricevuta a mezzo PEC; la copia scansionata in uno al parere COA, con evidenza dei bolli e dell’esazione della tassa parere, e con la dicitura “conforme all’originale”, sarà trasmessa all’iscritto a mezzo PEC. 

L’originale bollato sarà conservato in Segreteria per la restituzione all’iscritto previo appuntamento nei giorni di apertura della segreteria.